LA SCALATA AL CASTELLO “IL GRANDE SPETTACOLO SPORTIVO”

scalata-al-castello-7-362x150

scal69scal151scal156scal142scal144scal82
La 44^ edizione della Scalata al Castello va in soffitta con la speranza di poter proseguire almeno fino alla 50^, viste le numerose difficoltà create falla Federazione (con lo stop di Stefano la Rosa) e delle Istituzioni costantemente Latitanti.
Dopo questa considerazione andiamo sul pomeriggio sportivo vero e proprio molto spettacolare, iniziato intorno alle ore 16 con le gare del settore giovanile che hanno dato dei momenti di sano agonismo .
Alle ore 17,00 è stata la volta della gara in linea Km 10 con oltre 400 atleti , accreditati alla vittoria finale (Taras, Guidelli, Arrigucci,Verini,Rossi, Tavanti, Monaci e Ragazzini ) al comando fin dalle prime battute.
Il percorso non particolarmente impegnativo , con curve iniziali insidiose, condizionava comunque molto il ritmo degli atleti che già al 1° passaggio (poco più di 1 km dalla partenza) provocavano le prime crepe.
Rimanevano a contatto più o meno i protagonisti mentre gli altri perdevano posizioni ed al passaggio del 6° km Taras transitava con pochi metri di vantaggio sul terzetto Guidelli,Arrigucci e Rossi mentre si staccavano tutti gli altri in maniera significativa.
In campo femminile Francesca Barneschi (vincitrice lo scorso anno) sembrava volesse imporre la propria supremazia anche quest’anno, contrastata inizialmente da Genziana Cenni poi ritirata , da Roberta Belardinelli e Francesca Scarselli.
Nel finale Cristian Taras atleta aretino che corre con i colori dell’Atletica Castello di Firenze allunga ed il suo vantaggio si attesta sui 20” che porterà fino al traguardo, mentre al 2° posto Massimo Arrigucci dell’Atletica Sestini la spunta sulla coppia della Polisportiva Policiano Fabio Guidelli e Lorenzo Rossi appaiati all’arrivo, 5° posto per Antonio Tavanti della Podistica Arezzo e 6° il senese Monaci. Al femminile netta la vittoria di Barneschi dell’Atletica Sestini con 1 minuto su Scarselli della Olympic Runners Lama e 3^ Belardinelli dell’Atletica Castello a poco meno di 2’.
I vincitori delle categorie sono stati: Pietro Verini ( U.P.Policiano) – Fiorucci Francesco ( Atl Castello) –Soldini Aldo (U.P.Policiano)-Sinatti Stefano (U.P.Policiano)-Mulas Natale (U.P.Policiano) –Peruzzi Magdalena (Atl. Sestini)- Tomaszun Monica (atl. Sinalunga )- Cambiotti Mauro (Atl. Avis Perugia) – Sassi Antonella (G.S. Il Fiorino).
La gara in linea e stata condizionata da un forte temporale , quando mancavano ancora un centinaio di atleti al traguardo.
Le condizioni meteo hanno poi condizionato gli spettacoli previsti come la scuola Alfha Ballet e le moto Harley Davidson che presentavano il Motorocchio 2016
Circa 20’ di fermo per poi riprendere quasi in perfetto orario le gare con quella Internazionale Femminile con il dominio dell’Etiope Muliye con un tempo fra i migliori degli ultimi anni sulla vincitrice dello scorso anno la Ugandese Chelangat staccata di 4” arrivata appena 48 ore prima dall’uganda e al 3° posto la keniana Esikon a 24” e riuscita a non farsi raggiungere dalla splendida prova di Silvia la Barbera staccata si 27” (migliorando di quasi 1’ rispetto al risultato dello scorso anno) al 5° posto l’altra azzurra Nadia Ejjafin.
Infine alle ore 19,00 la partenza della gara clou con l’assenza forzata di Stefano la Rosa che poteva sicuramente rientrare nel podio anche se il dominio dei Keniani era sottinteso. Partenza forte con lo scontro tra i due rivali di sempre Lokmowa e Birech che controllano la situazione per metà dei giri previsti in cui si affacciava molto bene (il Campione del Mondo di corsa in montagna) l’ugandese Musobo e gli altri 2 keniani Kalale e Tiongik.
Nel finale Lokomwa sferra l’attacco che soltanto il giovane Kalale riesce parzialmente a tenere mentre Birech cede ,andando così a concludere con l’ultimo giro uno dei migliori tempi degli ultimi anni 29’11” staccando di 14” Kalale e 23 Birech.
Visto i valori in campo , è stata l’edizione con il più alto numeri di atleti giunti al traguardo senza essere doppiati e quindi fermati.
Sorte che invece è toccata ai nostri portacolori aretini Alessandro Annetti -Daniele Neri e Filippo Occhiolini che hanno tentato di non farsi doppiare , ma il ritmo impresso dagli atleti di testa non gli hanno permesso di resistere più 7\8 giri dei 12 previsti
La 44^ edizione chiude il sipario con un altro grande spettacolo cui gli appassionati di questo sport hanno assistito .
La Polisportiva Policiano con i propri volontari e con tanto sacrificio è riuscita ancora una volta a realizzare un grande evento e ringrazia gli sponsor che ancora una volta con il loro contributo sostengono le nostre iniziative, la Croce Bianca i medici Valerio Vergni e Luciano Tommasini , l’Hotel Continetale per la segreteria gli alunni dell’Itis Galilei ed i tanti atleti e familiari che hanno sostenuto il ristoro finale.
Grazie a tutti
Le classifiche su www.podismo.tv oppure www.scalataalcastello.it – oppure www.dreamrunners.it
Nei prossimi giorni indicheremo gli orari in cui la Rai riproporrà la gara.
scal150scal240

Scrivi un commento